Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

<br />
<b>Notice</b>:  Undefined variable: slidescaption1 in <b>/home/edoardon/www2/lugducale/templates/jaxstorm-blue/index.php</b> on line <b>186</b><br />
<br />
<b>Notice</b>:  Undefined variable: slidescaption2 in <b>/home/edoardon/www2/lugducale/templates/jaxstorm-blue/index.php</b> on line <b>189</b><br />
<br />
<b>Notice</b>:  Undefined variable: slidescaption3 in <b>/home/edoardon/www2/lugducale/templates/jaxstorm-blue/index.php</b> on line <b>192</b><br />

Nell'inserto nòva 24 del Sole 24 Ore del 9/9/2012 c'era questo interessante articolo di Antonio Dini sulla diffusione di progetti Open nelle scuole italiane e ovviamente ha citato anche la WiiLD, progetto che il lugDucale ha proposto in questi anni a diversi istituti scolastici di Vigevano. Ecco lo spezzone interessato:

 

"[...]La novità di quest'anno, al di là delle mosse del ministero e della Regione Lombardia, è il movimento della "scuola open" che cerca di fare rete dal basso. Finora molti avevano agito a titolo personale: ora si organizzano, per cercare di dare consistenza ai progetti. Cresce ad esempio il ruolo di WiiLD, Wii Lavagna Digitale, la Lim open source costruita con pezzi della Nintendo e software free che costa un decimo di una Lim "di serie".

WiiLD è diventato un sistema operativo riusabile mentre dal gruppo è germogliato a Trento il LiTsA, il Laboratorio di innovazione tecnologica a supporto dell'apprendimento. Dando vita, spiega Matteo Ruffoni, uno dei fondatori di WiiLD, «a una mailing-list in rete che nel frattempo ha offerto supporto tecnologico e ospitato dibattiti a sfondo didattico-educativo, favorendo in questo modo l'aumento di consapevolezza nell'utilizzo dei mezzi tecnologici e l'emancipazione dalla dipendenza dai produttori "monopolisti" con il software libero».[...]"

Qui potete leggere l'articolo completo in formato digitale.

Chi è on line

Abbiamo 42 visitatori e nessun utente online